• Monday May 20,2019

Raggi X da Accelerator Show L'Archaeopteryx era chimicamente legato agli uccelli

Anonim

Quasi 150 anni dopo che gli scienziati hanno scoperto il primo esemplare dell'archaeopteryx dino-uccello, possiamo vedere di cosa è stato fatto. I ricercatori che hanno scannerizzato uno dei fossili con i raggi X dicono che il campione contiene non solo impressioni di fossili, ma in realtà i resti di tessuti molli con alcuni dei componenti chimici intatti. Hanno pubblicato i loro risultati (in stampa) oggi negli Atti della National Academy of Sciences .

Il team guidato da Roy Wogelius ha scansionato un fossile di Archaeopteryx risalente a 150 milioni di anni fa utilizzando un acceleratore di particelle di tipo sincrotrone situato presso la Stanford Synchrotron Radiation Lightsource in California.

Il sincrotrone eccita gli atomi nei materiali bersaglio per emettere raggi X a lunghezze d'onda caratteristiche. La scansione rivela la distribuzione di elementi in tutto il fossile. Il bagliore verde delle ossa in questa immagine falsa mostra che l' Archaeopteryx, come gli uccelli moderni, ha concentrato lo zinco nelle sue ossa. Il rosso delle rocce deriva dal calcio nel calcare che aveva racchiuso il fossile da quando l'animale è morto.

Quella differenza netta che si può vedere tra i resti degli uccelli e il terreno circostante, resa evidente dall'immagine a falsi colori, ha reso Wogelius fiducioso che gli elementi che ha trovato provenissero dai resti dell'Archaeopteryx e non dalla contaminazione. Per lui, quindi, era chiaro:

"Parliamo del legame fisico tra uccelli e dinosauri e ora abbiamo trovato un legame chimico tra di loro. Nei campi della paleontologia e della geologia, le persone hanno studiato le ossa per decenni. Ma l'intera idea della conservazione dei metalli in traccia e dei resti chimici dei tessuti molli è piuttosto eccitante ".

Mentre questa scoperta dell'archaeopteryx aggiunge alla nostra conoscenza di questa strana creatura, la vera importanza di questo studio potrebbe risiedere nel metodo.

Altri metodi per analizzare campioni fossili come la fluorescenza a raggi X e la microscopia elettronica possono solo analizzare campioni su scala di diapositive del microscopio e quindi studiare Archaeopteryx con questi metodi, dovrebbe essere distrutto. Rompere il campione non era un'opzione, dice Wogelius.

Quindi, sostiene, questo strumento, che utilizza la "fluorescenza a raggi x con sincrotrone a scansione rapida" (SRS-XRF), potrebbe rivelarsi inestimabile per i paleontologi che vogliono sapere di che cosa è fatto un campione senza dividerlo.

"Siamo in grado di leggere molto di più su questi organismi che ora usano questa tecnologia - stiamo letteralmente toccando i fantasmi".


Articoli Interessanti

Un ragazzo ha trovato una cura per il cancro usando le leccarde e gli hot dog?

Un ragazzo ha trovato una cura per il cancro usando le leccarde e gli hot dog?

John Kanzius, un ex uomo d'affari e tecnico radiofonico che non si è mai laureato, potrebbe aver scoperto un modo per uccidere le cellule tumorali in tutto il corpo senza interventi chirurgici, farmaci o effetti collaterali. A Kanzius è stata diagnosticata la leucemia terminale sei anni fa, e dopo 36 cicli di chemioterapia e incontri con bambini che hanno vissuto lo stesso, ha deciso di trovare una cura migliore.

Cass Sunstein è a capo dell'Ufficio affari informativi e regolatori

Cass Sunstein è a capo dell'Ufficio affari informativi e regolatori

Questa è la notizia dal Chicago Tribune . Mi interessa sapere se qualche ambientalista sarà scosso da questa scelta. Sunstein è uno studioso geniale, e continua l'intero "migliore e più luminoso" motivo dell'amministrazione Obama - così benvenuto dopo tanti anni di anti-intellettualismo di Bush. Ma

NCBI ROFL: Holy Correlation, Batman!

NCBI ROFL: Holy Correlation, Batman!

Auto-sperimentazione come fonte di nuove idee: dieci esempi di sonno, umore, salute e peso. [Nota dell'editore: questo articolo è dell'autore della dieta Shangri-La] "Poco si sa su come generare nuove idee scientifiche plausibili. Quindi è degno di nota il fatto che 12 anni di auto-sperimentazione portarono alla scoperta di numerosi rapporti causa-effetto sorprendenti e suggerirono una nuova teoria del controllo del peso, un tasso insolitamente alto di nuove idee.

Nuove specie di tapiro nano scoperte nella foresta pluviale amazzonica

Nuove specie di tapiro nano scoperte nella foresta pluviale amazzonica

Può sembrare difficile per un animale di 250 libbre eludere gli scienziati, ma una specie di tapiro è riuscita a fare proprio questo per centinaia di anni. Ora vengono finalmente portati alla luce i dettagli del nuovo tapiro in miniatura che vive nella foresta pluviale amazzonica. I tapiri sono sfuggenti, amichevoli e per lo più notturni. D

Non voglio crescere, sono un crostaceo parassita

Non voglio crescere, sono un crostaceo parassita

Per più di un secolo, i crostacei chiamati facetotectani sembravano vivere in una terra che non c'è mai stata: nessuno aveva mai visto un membro adulto della specie, fino ad ora. I giovani facetotectani, conosciuti dall'affascinante moniker "y-larvae", furono identificati per la prima volta nel 1899.