• Sunday June 16,2019

Quirk of the Brain trasforma le persone in accaparratori compulsivi?

Anonim

Immagine: iStockphoto

Tratto da Stuff di Randy O. Frost e Gail Steketee. Copyright © 2010 di Randy O. Frost e Gail Steketee. Ristampato con il permesso di Houghton Mifflin Harcourt Publishing. Tutti i diritti riservati.

Questo estratto è un esempio dell'edizione speciale di Brain di DISCOVER, disponibile solo in edicola fino al 28 giugno.

Avremmo potuto trovare l'appartamento solo seguendo il potente odore di muffa che ci ha colpito mentre uscivamo dall'ascensore. Quando arrivammo alla porta, la mia guida bussò. Nessuna risposta. Bussò di nuovo, poi una terza volta. Alla fine, una piccola voce dentro disse: "Chi è là?"

"È Susan, l'assistente sociale. Siamo qui con la squadra delle pulizie. Sono qui per pulire il tuo appartamento. "

"Daniel non è qui", ci ha detto la voce dietro la porta. "È andato a farci colazione."

"Va bene. Lui non deve essere qui. "

Aprì di colpo la porta e il telaio della porta si mosse, quasi impercettibilmente. Eppure non si muoveva davvero. Il mondo sembrava spostarsi, e per un attimo mi sentivo sbilanciato. La porta si aprì un po 'più ampia, e poi li vidi: scarafaggi, migliaia di loro, che correvano lungo la cima della porta per togliersi di mezzo.

La porta si aprì per il resto. L'appartamento era buio e ci volle un momento per apprezzare ciò che c'era dentro. Nessun pavimento era visibile, solo uno strato di carte sporche, involucri di cibo e stracci macchiati di urina. Un rottweiler schizzò fuori dalla schiena per vedere cosa stava succedendo. Saltò su una pila di vestiti sporchi, almeno sembravano vestiti. Dal bordo della porta, la massiccia pila di spazzatura saliva precipitosamente fino al soffitto, come un'onda gigante del mare. Avrebbe potuto far parte di una discarica: documenti, scatole, carrelli della spesa, sacchetti di carta, indumenti sporchi, lampade - tutto ciò che poteva essere facilmente raccolto dalla strada o ripescato da un cassonetto. Era un solido muro di spazzatura profondo 20 piedi, fino alla parte posteriore dell'appartamento. Dovevano esserci finestre sul muro più lontano, ma erano oscurate dai fan, dalle scatole e dai vestiti rotti che le coprivano.

All'interno del condominio ci avvolgeva l'odore dolce e pungente degli insetti e del cibo marcio. Susan mi aveva incaricato di indossare abiti vecchi che avrei potuto buttare via dopo. Ero grato per il consiglio, ma desideravo avere anche una maschera per il viso, il tipo pesante.

Potevo sentire gli scarafaggi che mi circondavano mentre entravamo. Le pareti erano ricoperte dal loro sterco marrone, e di tanto in tanto uno cadeva dal soffitto sulle pile di detriti sottostanti. Mi sono spinto oltre per vedere meglio la cucina, o quello che pensavo fosse la cucina. Era impossibile dirlo, dato che tutto era coperto di borse. Cibo, per lo più vecchio e putrefatto, lattine di tonno vuote ma non lavate e coupon colorati adornavano la stanza. C'era un sentiero in cucina, anche se era in cima a sei centimetri di spazzatura sul pavimento.

Avevo paura di toccare qualsiasi cosa. Improvvisamente provai molta simpatia per tutte le persone alle quali avevo incontrato fobie della contaminazione: doveva essere come ci si sente, pensai.

Susan, il guardiano di Edith, nominato dalla corte, che aveva faticato ad aprire la porta per noi, aveva ottenuto l'ordine di un giudice per una "pulizia pesante" perché credeva che la salute e la sicurezza di Edith fossero in pericolo e nessuna misura più moderata era riuscita a migliorare le orribili condizioni di vita nell'appartamento. Edith non era responsabile di queste condizioni. Era tutto quello che faceva suo fratello Daniel. E Daniel non ha visto niente di sbagliato in questo posto. "Tutta questa roba che possiamo usare", ha insistito. "Non c'è niente di sbagliato nella nostra casa".

Quali circuiti cerebrali possono essere coinvolti nello sviluppo dell'accumulo? I ricercatori dell'Università dello Iowa hanno confrontato i pazienti con danni cerebrali che hanno iniziato a raccogliere in modo anomalo le cose in seguito alle lesioni a pazienti con danni cerebrali non raccolti. Tutti i collezionisti anormali avevano danni nel mezzo della porzione anteriore dei lobi frontali, mentre il danno dei pazienti non collettori era sparso in tutto il cervello. La regione prefrontale del cervello è responsabile del comportamento, della pianificazione, dell'organizzazione e del processo decisionale orientati agli obiettivi, tutte attività che rappresentano sfide per le persone che accumulano.

Gli studi sulla scansione cerebrale forniscono ulteriori informazioni. Sanjaya Saxena, direttore del Programma Disturbi Ossessivi-Compulsivi all'Università della California a San Diego, ha rilevato un metabolismo inferiore (un'indicazione del livello di attività in quella parte del cervello) tra gli accaparratori in regioni del cervello che corrispondono approssimativamente a quelli identificati nello studio dell'Università dello Iowa. In particolare, gli accumulatori avevano tassi metabolici più bassi nella corteccia cingolata anteriore, una regione responsabile della motivazione, dell'attenzione focalizzata, della rilevazione degli errori e del processo decisionale.

Lo studio di Saxena ha esaminato il cervello delle persone mentre erano a riposo, o almeno non impegnati in un compito. La ricerca successiva ha esaminato cosa sta succedendo nel cervello quando gli accaparratori cercano di prendere decisioni riguardo ai beni abbandonati. Il nostro collega Dave Tolin dell'Hartford Hospital di Hartford, nel Connecticut, ha ideato un esperimento così ingegnoso. Accaparrarsi i pazienti e un gruppo di controllo che non aveva accumulato portava la posta indesiderata al laboratorio. Il loro cervello fu scansionato mentre guardavano un monitor che mostrava lo sperimentatore che raccoglieva la posta e la teneva su un trituratore. Ai soggetti è stato quindi chiesto di decidere se lo sperimentatore dovesse distruggere o salvare l'oggetto. Contrariamente a quanto accaduto quando i loro cervelli erano a riposo, gli accaparratori avevano un'attività significativamente maggiore in aree come la corteccia cingolata anteriore rispetto ai soggetti di controllo quando cercavano di prendere una decisione.

A questo punto, i genetisti scommettono che l'accaparramento ha almeno una qualche causa genetica significativa, ma non è chiaro esattamente cosa viene ereditato. Una possibilità è che i tessitori ereditino deficit o modi diversi di elaborare le informazioni. Forse ereditano un'intensa sensibilità percettiva ai dettagli visivi. Questi dettagli visivi (trascurati dal resto di noi) danno agli oggetti un significato speciale e valore per loro.

O forse ereditano una tendenza per il cervello a memorizzare e recuperare i ricordi in modo diverso. Se gli indizi visivi (cioè gli oggetti) sono necessari per il recupero dei ricordi da parte dei tesori, allora liberarsi di questi segnali è come perdere i loro ricordi. Qualunque cosa sia ereditata, è probabile che qualche tipo di vulnerabilità emotiva debba accompagnare questa tendenza in modo da sviluppare un accaparramento completo.

La maggior parte delle persone che accumula risparmiano cose che non si deteriorano e non sono particolarmente sporche, come giornali o vestiti. Nel nostro studio sull'accaparramento degli anziani, abbiamo rilevato che meno di un terzo dei casi viveva in condizioni squallide. Nei campioni più giovani, la proporzione è ancora più bassa. Ma alcune persone, come Daniel, raccolgono cose sporche e in putrefazione che invitano insetti e roditori.

Daniel è arrivato circa 30 minuti dopo che la squadra di pulizia ha iniziato a lavorare. Aveva 50 anni, con una corporatura media e tanta energia. Si è lamentato del fatto che l'equipaggio partisse senza di lui e ha insistito sul fatto che era suo compito dirigere la pulizia. Susan intervenne.

Ha detto a Daniel che il posto era invivibile e ha chiesto come fosse diventato così. Daniel sembrava offeso, ma sembrava anche godere della prospettiva di una discussione. Ha obiettato alla sua descrizione dell'appartamento come invivibile e ha suggerito che non capiva le ricchezze che aveva acquisito. Era lucido e non poteva essere considerato fuori dal contatto con la realtà. Eppure sembrava incapace di dirci perché aveva raccolto tutte queste cose. Quando gli chiesi da dove venisse, lui insistette che le sue sorelle lo avevano spinto a raccogliere barattoli e bottiglie per i rimborsi e vecchi pacchetti di sigarette per i tagliandi che contenevano. Ma poche bottiglie, lattine o pacchetti di sigarette erano visibili nell'ondata di rifiuti nell'appartamento.

Dal bordo della porta, la massiccia pila di spazzatura saliva precipitosamente fino al soffitto, come un'onda gigante del mare.

Daniel passò gran parte della giornata a insistere sul fatto che non c'era nulla di sbagliato in lui, ma per un breve periodo ammise che il suo collezionismo era diventato un problema. Ha parlato di come aveva cercato di smettere di collezionare, e di come la sua famiglia avesse cercato di aiutarlo a fermarsi dicendogli cosa poteva portare a casa e in quale quantità. Poi, con la stessa rapidità con cui è arrivata la sua intuizione, non c'era più ed era tornato a discutere con noi sull'ingiustizia di tutto ciò e sull'incompetenza degli assistenti sociali.

Siamo partiti alla fine del pomeriggio con l'equipaggio delle pulizie. Nel giro di un mese, l'appartamento era di nuovo pieno. Il comportamento di Daniel non è cambiato. Ha insistito sul fatto che altri lo avessero frainteso e fossero fuorviati.

Per coloro che non hanno idea del loro accaparramento, le pulizie pesanti sono raramente più di una soluzione a breve termine. La condizione della casa può cambiare temporaneamente, ma il comportamento di raccolta non lo fa. Forse sarebbe impossibile convincere Daniel a smettere di collezionare, ma convincerlo a organizzare o immagazzinare il suo tesoro in un modo diverso potrebbe ridurre il rischio per Edith e il resto della sua famiglia.

In tali casi, incoraggiamo le agenzie di servizi sociali, come quella per cui Susan ha lavorato, ad adottare un approccio diverso. Invece di sgomberare la casa, raccomandiamo di lavorare con l'accaparratore per determinare che cosa deve essere fatto per soddisfare e sostenere gli standard di base di sicurezza. Lo sforzo richiede lo sviluppo di una relazione personale e di fiducia con i contatti in corso. Anche se potenzialmente costosi, a lungo termine ciò potrebbe portare a risparmi pubblici riducendo il numero di pulizie gravose.


Tratto da Stuff di Randy O. Frost e Gail Steketee. Copyright © 2010 di Randy O. Frost e Gail Steketee. Ristampato con il permesso di Houghton Mifflin Harcourt Publishing. Tutti i diritti riservati.

Questo estratto è un esempio dell'edizione speciale di Brain di DISCOVER, disponibile solo in edicola fino al 28 giugno.


Articoli Interessanti

Kinect Hacks: Turn Invisible, Make a Instant Light Saber, & More

Kinect Hacks: Turn Invisible, Make a Instant Light Saber, & More

La nuova generazione di controllo dei videogiochi ci è arrivata con il rilascio di Kinect di Microsoft, che consente agli utenti di controllare i giochi speciali XBOX 360 con tutto il loro corpo. Gli hacker hanno scavato avidamente nel dispositivo, specialmente da quando Shannon Loftis di Microsoft ha dichiarato a Ira Flatow di Science Friday che nessun hacker si metterebbe nei guai per trovare usi alternativi per il Kinect: "Sono molto felice di vedere che le persone sono così ispirate che è stata meno di una settimana dopo che il Kinect è uscito prima che iniziassero a creare e pensare a

Come studiare gli embrioni, nessun embrione richiesto

Come studiare gli embrioni, nessun embrione richiesto

Studiare lo sviluppo umano - specialmente le primissime fasi della gravidanza - può essere una cosa complicata. Di solito, gli scienziati hanno bisogno di embrioni per esaminare queste prime fasi. Il problema è che gli embrioni sono una risorsa costosa e limitata e lavorare con loro è pieno di dilemmi etici. O

Eclipse followup parte 2: tonnellate di link su come guardare in sicurezza

Eclipse followup parte 2: tonnellate di link su come guardare in sicurezza

Oggi è l'eclissi! Sono eccitato, anche se il nostro tempo qui a Boulder è stato abbastanza touch-and-go nelle ultime settimane. Spero in cieli sereni quindi posso vederlo; Ieri ho ricevuto i miei occhiali eclissi nella posta, quindi sono pronto. A livello locale, CU Boulder è in attesa di vedere nello stadio di calcio! Q

IR Orion

IR Orion

Oddio. Con la riunione della IAU in corso al momento, sapevo che sarei stato colpito da notizie e belle immagini. e avevo ragione. Scoprendo la splendida immagine di una regione che forma le stelle in una galassia vicina, arriva questo: . una regione che forma le stelle nella nostra Galassia. Questa è la famosa Nebulosa di Orione, un'enorme nube di gas e polvere che sta espandendo le stelle.

La nuova legge consente ai prodotti chimici tossici di divieto EPA

La nuova legge consente ai prodotti chimici tossici di divieto EPA

Tunart / Getty Images I leader del Congresso negli anni 70 politicamente turbolenti sono riusciti a far passare leggi radicali per assicurare aria e acqua pulite, proteggere le specie in via di estinzione e tenere le sostanze tossiche fuori dai normali prodotti domestici. Quest'ultima legge, il Toxic Substances Control Act del 1976, ha avuto una revisione nel 2016 in un po 'di bipartisan ritorno al passato

Visualizzazione dei collegamenti del cervello

Visualizzazione dei collegamenti del cervello

Il cervello umano è un posto affollato. Contiene circa 100 miliardi di neuroni, collegati l'un l'altro da un milione di miliardi di sinapsi. Il neuroscienziato Olaf Sporns dell'Università dell'Indiana, il biologo cellulare Jeff Lichtman di Harvard e il neuroscienziato computazionale Sebastian Seung del MIT stanno mappando queste connessioni, con lo scopo di creare un "connectome" di un intero cervello.