• Sunday June 16,2019

Acqua trovata su asteroidi Cerere

Anonim

Cercare l'acqua è un grosso problema sulla Terra, e un affare ancora più grande altrove. La sostanza chimica non è solo vitale per sostenere la vita come la conosciamo, ma è anche un indizio importante che può rivelare segreti sul passato di un oggetto. Gli astronomi lo cercavano da tempo in un luogo particolare, la fascia di asteroidi tra le orbite di Marte e Giove, e sembra che finalmente l'abbiano trovato - su Cerere, uno dei corpi più enigmatici della cintura.

Cerere, SRSLY

Cerere è stato nelle notizie, di tanto in tanto, sin dalla sua scoperta nel 1801. Inizialmente considerato un intero nuovo pianeta, è stato successivamente degradato (proprio come Plutone) a livello di pianeta nano perché si è rivelato essere solo uno dei tanti ugualmente piccoli oggetti denominati asteroidi. A proposito delle dimensioni del Texas, e sminuito dalla nostra luna (e da Plutone), Cerere è ancora un grosso problema: contiene circa un quarto di tutta la massa nella fascia degli asteroidi.

Gli astronomi avevano trovato prove che suggerivano che Cerere avesse acqua prima, e per lungo tempo sospettavano che fosse costituito da un mantello ghiacciato che circondava un nucleo roccioso. Ma un documento nella natura di oggi mostra in modo conclusivo, per la prima volta, le effettive osservazioni dell'acqua sul pianeta nano.

In particolare, gli autori che utilizzano l'Herschel Space Observatory dell'Agenzia spaziale europea hanno rilevato due fonti di vapore acqueo che emettono circa 6 chilogrammi di acqua nello spazio al secondo . Poiché ci sono due fonti, ciò indica che la presenza di acqua è un fenomeno più permanente, e non solo il risultato temporaneo di qualcosa di simile a un impatto recente con un corpo ghiacciato.

Mondo acquatico

Gli autori suggeriscono che il vapore acqueo potrebbe avere due cause: la sublimazione diretta dell'acqua ghiacciata esposta nel vapore, simile al comportamento di una cometa; o crio-vulcanismo, dove geyser o vulcani di ghiaccio colpiscono direttamente la materia nello spazio. Questa conferma che l'asteroide ha davvero riserve d'acqua (forse rivaleggiando con la quantità di acqua dolce sulla Terra) suggerisce anche che Cerere si sia formato più lontano dal sole che attualmente risiede. Altri asteroidi più asciutti erano probabilmente punti di attività vulcanica bollente, suggerendo che si erano originati più vicini al sole.

E se risultasse agire come una cometa, avrebbe ulteriormente sfocato le linee tra asteroide e cometa. C'era una volta, gli astronomi li consideravano oggetti distinti e dissimili: gli asteroidi erano corpi rocciosi secchi tra Marte e Giove, e le comete erano gelide e umide da oltre Nettuno. Ma le scoperte recenti hanno mostrato che erano più simili del pensiero, suggerendo forse che hanno origini e strutture in comune, con le differenze che si originano solo a causa di dove hanno viaggiato.

È un ottimo tempismo per la scoperta che la sonda Dawn della NASA è in viaggio per Cerere, probabilmente arrivando in orbita a febbraio 2015. Più astronomi conosceranno il pianeta nano in anticipo, meglio saranno in grado utilizzare gli strumenti di Dawn per rispondere a domande specifiche. E 'un momento emozionante per la ricerca Ceres e la caccia all'acqua allo stesso modo!


Articoli Interessanti

Kinect Hacks: Turn Invisible, Make a Instant Light Saber, & More

Kinect Hacks: Turn Invisible, Make a Instant Light Saber, & More

La nuova generazione di controllo dei videogiochi ci è arrivata con il rilascio di Kinect di Microsoft, che consente agli utenti di controllare i giochi speciali XBOX 360 con tutto il loro corpo. Gli hacker hanno scavato avidamente nel dispositivo, specialmente da quando Shannon Loftis di Microsoft ha dichiarato a Ira Flatow di Science Friday che nessun hacker si metterebbe nei guai per trovare usi alternativi per il Kinect: "Sono molto felice di vedere che le persone sono così ispirate che è stata meno di una settimana dopo che il Kinect è uscito prima che iniziassero a creare e pensare a

Come studiare gli embrioni, nessun embrione richiesto

Come studiare gli embrioni, nessun embrione richiesto

Studiare lo sviluppo umano - specialmente le primissime fasi della gravidanza - può essere una cosa complicata. Di solito, gli scienziati hanno bisogno di embrioni per esaminare queste prime fasi. Il problema è che gli embrioni sono una risorsa costosa e limitata e lavorare con loro è pieno di dilemmi etici. O

Eclipse followup parte 2: tonnellate di link su come guardare in sicurezza

Eclipse followup parte 2: tonnellate di link su come guardare in sicurezza

Oggi è l'eclissi! Sono eccitato, anche se il nostro tempo qui a Boulder è stato abbastanza touch-and-go nelle ultime settimane. Spero in cieli sereni quindi posso vederlo; Ieri ho ricevuto i miei occhiali eclissi nella posta, quindi sono pronto. A livello locale, CU Boulder è in attesa di vedere nello stadio di calcio! Q

IR Orion

IR Orion

Oddio. Con la riunione della IAU in corso al momento, sapevo che sarei stato colpito da notizie e belle immagini. e avevo ragione. Scoprendo la splendida immagine di una regione che forma le stelle in una galassia vicina, arriva questo: . una regione che forma le stelle nella nostra Galassia. Questa è la famosa Nebulosa di Orione, un'enorme nube di gas e polvere che sta espandendo le stelle.

La nuova legge consente ai prodotti chimici tossici di divieto EPA

La nuova legge consente ai prodotti chimici tossici di divieto EPA

Tunart / Getty Images I leader del Congresso negli anni 70 politicamente turbolenti sono riusciti a far passare leggi radicali per assicurare aria e acqua pulite, proteggere le specie in via di estinzione e tenere le sostanze tossiche fuori dai normali prodotti domestici. Quest'ultima legge, il Toxic Substances Control Act del 1976, ha avuto una revisione nel 2016 in un po 'di bipartisan ritorno al passato

Visualizzazione dei collegamenti del cervello

Visualizzazione dei collegamenti del cervello

Il cervello umano è un posto affollato. Contiene circa 100 miliardi di neuroni, collegati l'un l'altro da un milione di miliardi di sinapsi. Il neuroscienziato Olaf Sporns dell'Università dell'Indiana, il biologo cellulare Jeff Lichtman di Harvard e il neuroscienziato computazionale Sebastian Seung del MIT stanno mappando queste connessioni, con lo scopo di creare un "connectome" di un intero cervello.