• Monday May 20,2019

Un toast! Alle case scozzesi alimentate dal whisky

Anonim

Se vivi in ​​Scozia, lo stesso whisky che dà energia alle tue visite al pub può anche dare energia alla tua casa: sono in corso i contratti per la costruzione di una centrale termica ed elettrica che funziona sugli avanzi di alcune delle più famose distillerie della Scozia. Programmato per essere operativo entro il 2013, questo particolare progetto alimentato dall'alcol è il primo progetto energetico scozzese alimentato a whisky che fornirà energia elettrica al pubblico.

Sedici etichette di whisky situate nello Speyside, in Scozia - tra cui Glenfiddich, Chivas Regal e Famous Grouse - daranno materiale alla nuova centrale elettrica. Trasporteranno i loro grani (o scolo) esausti dalle distillerie all'impianto di biocarburanti, dove saranno combinati con trucioli di legno e bruciati, generando oltre 7, 0 MW di energia. Questa produzione di energia, circa la stessa di due grandi turbine eoliche, dovrebbe alimentare almeno 9.000 case. Inoltre, il residuo chiamato pot ale, che si accumula nelle alambicchi di rame delle distillerie, sarà trasformato in mangime per animali e fertilizzante per gli agricoltori vicini. Per ridurre al minimo l'energia usata per far funzionare l'impianto e garantire che il processo sia efficiente dal punto di vista energetico, nessun scarico saranno raccolti da distillerie più lontane di 25 miglia di distanza. Tuttavia, mentre Sam Gardner, un funzionario di politica climatica per il WWF Scozia, ammette che "il progetto sembra essere un'aggiunta molto gradita all'industria rinnovabile della Scozia", ​​è preoccupato che il legno non possa essere di provenienza locale. "Vorremmo vedere delle assicurazioni", ha detto a Guardian News.

Whisky e energia verde sembrano andare di pari passo in Scozia. In Fife, ad esempio, la più grande distilleria della Scozia ha quasi finito di costruire una bioenergia in loco che soddisferà la maggior parte del fabbisogno energetico della distilleria. E non dimenticare i ricercatori che lo scorso anno hanno sviluppato un modo di produrre biocarburanti dai sottoprodotti del whisky che potrebbero alimentare le auto nel prossimo futuro.


Articoli Interessanti

Un ragazzo ha trovato una cura per il cancro usando le leccarde e gli hot dog?

Un ragazzo ha trovato una cura per il cancro usando le leccarde e gli hot dog?

John Kanzius, un ex uomo d'affari e tecnico radiofonico che non si è mai laureato, potrebbe aver scoperto un modo per uccidere le cellule tumorali in tutto il corpo senza interventi chirurgici, farmaci o effetti collaterali. A Kanzius è stata diagnosticata la leucemia terminale sei anni fa, e dopo 36 cicli di chemioterapia e incontri con bambini che hanno vissuto lo stesso, ha deciso di trovare una cura migliore.

Cass Sunstein è a capo dell'Ufficio affari informativi e regolatori

Cass Sunstein è a capo dell'Ufficio affari informativi e regolatori

Questa è la notizia dal Chicago Tribune . Mi interessa sapere se qualche ambientalista sarà scosso da questa scelta. Sunstein è uno studioso geniale, e continua l'intero "migliore e più luminoso" motivo dell'amministrazione Obama - così benvenuto dopo tanti anni di anti-intellettualismo di Bush. Ma

NCBI ROFL: Holy Correlation, Batman!

NCBI ROFL: Holy Correlation, Batman!

Auto-sperimentazione come fonte di nuove idee: dieci esempi di sonno, umore, salute e peso. [Nota dell'editore: questo articolo è dell'autore della dieta Shangri-La] "Poco si sa su come generare nuove idee scientifiche plausibili. Quindi è degno di nota il fatto che 12 anni di auto-sperimentazione portarono alla scoperta di numerosi rapporti causa-effetto sorprendenti e suggerirono una nuova teoria del controllo del peso, un tasso insolitamente alto di nuove idee.

Nuove specie di tapiro nano scoperte nella foresta pluviale amazzonica

Nuove specie di tapiro nano scoperte nella foresta pluviale amazzonica

Può sembrare difficile per un animale di 250 libbre eludere gli scienziati, ma una specie di tapiro è riuscita a fare proprio questo per centinaia di anni. Ora vengono finalmente portati alla luce i dettagli del nuovo tapiro in miniatura che vive nella foresta pluviale amazzonica. I tapiri sono sfuggenti, amichevoli e per lo più notturni. D

Non voglio crescere, sono un crostaceo parassita

Non voglio crescere, sono un crostaceo parassita

Per più di un secolo, i crostacei chiamati facetotectani sembravano vivere in una terra che non c'è mai stata: nessuno aveva mai visto un membro adulto della specie, fino ad ora. I giovani facetotectani, conosciuti dall'affascinante moniker "y-larvae", furono identificati per la prima volta nel 1899.