• Friday July 19,2019

Mentre l'estate termina come il più caldo mai registrato, Ground Zero di Postcard From Global Warming

Anonim

L'estate 2015 - i mesi di giugno, luglio e agosto - è stata la più calda mai registrata per il mondo, secondo gli ultimi dati della NASA. E a questo punto, è difficile immaginare uno scenario che impedisca all'intero anno di entrare nel libro dei record.

Questa notizia arriva mentre visito l'alto Artico, che si sta riscaldando due volte più velocemente del resto del mondo, rendendolo a zero per il riscaldamento globale.

Sono qui a Svalbard, un arcipelago artico norvegese a circa 800 miglia a sud del Polo Nord, per co-insegnare un modulo sul campo di un corso di giornalismo incentrato sui cambiamenti climatici. Come parte del corso, ieri abbiamo visitato l'Esmark Glacier. Questo imponente fiume di ghiaccio sfocia in una baia che si apre su Isfjorden, un grande fiordo sulla costa occidentale delle Svalbard.

Abbiamo viaggiato in barca, viaggiando attraverso la nebbia e le acque increspate da Longyearbyen, la città più grande di Svalbard. Puoi vedere il fronte del parto del ghiacciaio nel mosaico delle foto di iPhone qui sopra, che ho scattato mentre la nostra barca navigava a circa 100 metri dal ghiaccio.

Mentre noi guardavamo - e come se fosse un segnale - un pezzo di ghiaccio modesto si liberò. E 'stato un esempio di quello che il glaciologo Penny How chiama "nibble calving" - piccoli frammenti di ghiaccio che si liberano dalla faccia di un ghiacciaio.

"Il parto è il modo in cui la maggior parte del ghiaccio glaciale viene trasferito negli oceani", afferma How, che sta conducendo ricerche sui ghiacciai delle Svalbard come parte del suo dottorato di ricerca presso l'Università di Edimburgo. Ciò significa che ha un grande impatto sull'innalzamento del livello del mare.

Di fatto, circa il 35% dell'aumento del livello del mare proviene attualmente dalle scariche glaciali negli oceani grazie alle temperature di riscaldamento, secondo How.

Con la pubblicazione da parte della NASA degli ultimi numeri mensili sul riscaldamento globale, vale la pena ricordare che nessuna regione ha avuto un impatto maggiore dell'Artico. "Quasi tutti i ghiacciai e le calotte polari dell'Artico hanno perso massa nell'ultimo secolo e in molti luoghi la perdita di massa di ghiaccio è aumentata nell'ultimo decennio", secondo il Norwegian Polar Institute.

Svalbard non è stato immune da questa tendenza. Le estati qui sono state più calde ultimamente che in qualsiasi altro momento negli ultimi 1800 anni. E il ghiaccio ha risposto.

Circa il 60% di Spitsbergen, l'isola più grande delle Svalbard, è coperta da ghiacciai. Esistono circa 2.100 ghiacciai, compresi quelli relativamente grandi come Esmark, e molto più piccoli in luoghi come i circhi montani.

La ricerca suggerisce fortemente che i ghiacciai qui hanno perso massa nel corso dell'ultimo secolo. E l'impatto sull'innalzamento del livello del mare non è stato piccolo.

Come riporta un rapporto del Norwegian Polar Institute:

Circa la metà dell'aumento globale dei livelli del mare [è] causato dallo scioglimento dei ghiacciai "più piccoli", vale a dire tutti i ghiacciai al di fuori della Groenlandia e dell'Antartide, ma [ci sono] ancora margini relativamente grandi di errore in queste stime. È quindi importante quantificare i contributi all'innalzamento del livello del mare dalle varie aree coperte di ghiaccio della Terra. Le Svalbard rappresentano un contributo non trascurabile, dato che circa il 10% della superficie coperta di ghiaccio dell'Artico (esclusa la Groenlandia) [si trova]. Inoltre, i tassi di fusione delle Svalbard [sono] relativamente alti a causa della posizione di Svalbard in una parte relativamente calda dell'Artico.

Questo è il primo di ciò che spero di avere diversi post basati sulla mia segnalazione qui. Come parte di questo, ho molte immagini da condividere, incluse le fotografie di uno dei posti più strani che abbia mai incontrato nella mia vita: la città mineraria russa di Barentsburg. Per scoprire cosa lo rende così strano, ti preghiamo di ricontrollare.


Articoli Interessanti

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Di: Julia Travers Gli scienziati hanno bisogno del tuo aiuto per scoprire cosa mangiano le formiche nel tuo quartiere. Vuoi chiedere ad una formica di unirti a te per pranzo? Un team di ricercatori della North Carolina State University di Raleigh invita gli scienziati cittadini di tutto il mondo a capovolgere il concetto di picnic: vogliono * noi * nutrire le formiche

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Domenica al New York 's Javits Center, centinaia di ragazzi si sono riuniti per competere nelle finali delle PRINCIPALI regioni del concorso di robotica. I vincitori andranno al Concorso Nazionale di Atlanta - per il resto, questa competizione è stata la fine della catena di montaggio. In pista, la competizione era agguerrita e gli studenti si guardavano l'un l'altro con cautela.

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Questo è un blog di cultura scientifica e pop in cui cerco di liberare il geek. Ho avuto una conferenza stampa di Superman, un seminario oncologico con gli Zerg e persino una tragedia con Firefly . Mi hai sempre dimostrato che i tuoi fantastici lettori mi hanno dimostrato che, indipendentemente da quanto vorremmo diventare nerd, qualcuno ci amerà per questo.

Attenzione ai piccoli studi positivi

Attenzione ai piccoli studi positivi

Una lettera nel prestigioso American Journal of Psychiatry offre una risposta scettica a un documento pubblicato di recente. L'articolo originale sosteneva incredibili benefici di una tecnica di stimolazione cerebrale sicura ed economica nel trattamento della schizofrenia. Ma gli scrittori di lettere olandesi Sommer e altri non sono convinti

Luci del cielo

Luci del cielo

Nonostante la bellezza superficiale di pianeti e stelle, ciò che sta al di sotto sta sempre più catturando l'attenzione degli astronomi. Gli interni dei corpi celesti, gli scienziati ora comprendono, possono essere cruciali per comprendere le prospettive di vita altrove nell'universo. Parte del nuovo pensiero deriva da un migliore apprezzamento di come gli esseri viventi dipendono da ciò che è dentro il nostro pianeta. La