• Friday July 19,2019

Gli scienziati escogitano rivelatore UV economico e indossabile per aiutare a prevenire le scottature

Anonim

Il sole in un giorno di caduta pungente può sentirsi felice. Ma troppo tempo trascorso a crogiolarsi sotto i raggi ultravioletti del sole può portare a scottature e aumentare il rischio di sviluppare il cancro della pelle, la cataratta e le rughe. Ora, i ricercatori hanno realizzato un dispositivo economico e indossabile che tiene sotto controllo l'esposizione ai raggi UV. La nuova tecnologia potrebbe significare prendere il sole senza sovradosaggio sulle radiazioni.

Vipul Bansal, un chimico e nanobiotecnologo applicato al Royal Melbourne Institute of Technology in Australia, voleva gestire la sua esposizione al sole. Il 38enne imprenditore sociale non aveva abbastanza vitamina D. Dal momento che la vitamina essenziale aiuta l'intestino ad assorbire il calcio, una carenza può causare ossa sottili o fragili.

"Cercavo un sensore che potesse dirmi quanto tempo impiegare al sole per ottenere una quantità sufficiente di vitamina D, ma non danneggiare me stesso con un potenziale cancro della pelle", ha detto Bansal.

Sebbene i sensori UV esistano già, i dispositivi attuali sono costosi e richiedono una calibrazione approfondita, non così grande per il consumatore di tutti i giorni. Quindi, Bansal e il team hanno deciso di crearne uno nuovo.

Inchiostro sensibile al sole

I ricercatori hanno inizialmente creato un nuovo tipo di inchiostro che monitora l'esposizione ai raggi UV. È costituito da acido fosfomolibdico, un chimico che studia i tessuti del corpo usa per macchiare le cellule con la tintura e l'acido lattico, il composto che si accumula nei muscoli dopo un rigoroso esercizio fisico. L'inchiostro inizia invisibile ma diventa blu con esposizione UV. L'inchiostro può anche distinguere tra diversi tipi di radiazioni UV. UVA trasforma l'inchiostro in un grigio chiaro-blu, mentre UVC rende l'inchiostro un blu scuro che assume una tonalità blu-verde dopo un'esposizione prolungata, ad esempio.

I ricercatori hanno quindi ideato un sensore UV a basso costo. Caricarono una tipica penna stilografica con l'inchiostro del romanzo e disegnarono facce sorridenti su piccoli pezzi circolari di carta da filtro a mano. Quando gli scienziati hanno esposto la carta a diverse lunghezze d'onda UV, sono apparse delle emoticon blu. I raggi UV più lunghi hanno irradiato l'inchiostro, più blu è diventato l'inchiostro, gli scienziati riferiscono oggi sulla rivista Nature Communications .

"Possiamo stampare il nostro inchiostro su qualsiasi superficie simile alla carta per produrre sensori indossabili a buon mercato sotto forma di fascette da polso, fasce per la testa o adesivi, ad esempio", ha detto Bansal in una nota.

Indossabile su misura

Tuttavia, le radiazioni UV colpiscono in modo diverso le persone con il colore della pelle scura e chiara. Le persone con la pelle più scura non solo possono tollerare una maggiore esposizione ai raggi UV prima di sviluppare la solarizzazione rispetto alle persone con pelle più chiara, ma hanno anche bisogno di più esposizione ai raggi UV per produrre abbastanza vitamina D per rimanere in salute. Quindi, per realizzare un sensore UV indossabile adatto a diversi toni della pelle, Bansal e colleghi hanno utilizzato pellicole trasparenti. I film funzionano come filtri UV efficaci ed economici. Stratificando i filtri per pellicole trasparenti sull'inchiostro, i ricercatori sono stati in grado di progettare su misura sei sensori per persone con colori della pelle che vanno dal molto chiaro al marrone scuro.

I sensori monouso sono semplici ed economici. Sono dotati di quattro pezzi di carta da filtro attaccati a una fascia flessibile con facce felici, piatte o aggrottate disegnate nel nuovo inchiostro per indicare quando chi lo indossa ha raggiunto la massima quantità di esposizione ai raggi UV per evitare di ottenere una scottatura per il loro colore della pelle. Bansal stima che i sensori costeranno solo $ 1.


Articoli Interessanti

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Di: Julia Travers Gli scienziati hanno bisogno del tuo aiuto per scoprire cosa mangiano le formiche nel tuo quartiere. Vuoi chiedere ad una formica di unirti a te per pranzo? Un team di ricercatori della North Carolina State University di Raleigh invita gli scienziati cittadini di tutto il mondo a capovolgere il concetto di picnic: vogliono * noi * nutrire le formiche

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Domenica al New York 's Javits Center, centinaia di ragazzi si sono riuniti per competere nelle finali delle PRINCIPALI regioni del concorso di robotica. I vincitori andranno al Concorso Nazionale di Atlanta - per il resto, questa competizione è stata la fine della catena di montaggio. In pista, la competizione era agguerrita e gli studenti si guardavano l'un l'altro con cautela.

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Questo è un blog di cultura scientifica e pop in cui cerco di liberare il geek. Ho avuto una conferenza stampa di Superman, un seminario oncologico con gli Zerg e persino una tragedia con Firefly . Mi hai sempre dimostrato che i tuoi fantastici lettori mi hanno dimostrato che, indipendentemente da quanto vorremmo diventare nerd, qualcuno ci amerà per questo.

Attenzione ai piccoli studi positivi

Attenzione ai piccoli studi positivi

Una lettera nel prestigioso American Journal of Psychiatry offre una risposta scettica a un documento pubblicato di recente. L'articolo originale sosteneva incredibili benefici di una tecnica di stimolazione cerebrale sicura ed economica nel trattamento della schizofrenia. Ma gli scrittori di lettere olandesi Sommer e altri non sono convinti

Luci del cielo

Luci del cielo

Nonostante la bellezza superficiale di pianeti e stelle, ciò che sta al di sotto sta sempre più catturando l'attenzione degli astronomi. Gli interni dei corpi celesti, gli scienziati ora comprendono, possono essere cruciali per comprendere le prospettive di vita altrove nell'universo. Parte del nuovo pensiero deriva da un migliore apprezzamento di come gli esseri viventi dipendono da ciò che è dentro il nostro pianeta. La