• Monday July 15,2019

La migliore mappa di Rosetta su Rubber Ducky Comet 67P

Anonim

Quando la nave spaziale Rosetta dell'Agenzia spaziale europea arrivò alla cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko nel 2014, rivelò una sorprendente forma di "paperella di gomma". Ora i ricercatori hanno combinato migliaia di immagini per presentare il modello tridimensionale più accurato della cometa, mappando le caratteristiche minime fino a pochi metri.

"Per noi, il modello tridimensionale delle forme è stato il punto di partenza", ha dichiarato Nicolas Thomas, professore presso l'Università di Berna e coordinatore del progetto dell'analisi multistrato di Rosetta Data (MiARD). "Dovevamo fare questo prima che si potesse fare altro lavoro." MiARD ha trascorso 30 mesi combinando la grande quantità di informazioni restituite da diversi strumenti Rosetta.
Questo modello ha permesso al team di creare una mappa migliorata di 67P e identificare molti nuovi terreni sulla sua superficie, oltre a stimare la forza della cometa. Le comete sono i resti dei primi giorni del nostro sistema solare, quindi questa informazione potrebbe migliorare la nostra comprensione delle nostre origini cosmiche. Ma sarebbe anche utile se gli umani tentassero di ingannare o dividere le comete.

Il modello ha anche aiutato il team a stimare la forza della cometa, a capire meglio come sta perdendo massa mentre si avvicina al sole e migliorare le previsioni sulle orbite della polvere cometaria.

I ricercatori hanno presentato i risultati, i modelli e un progetto artistico giovedì.

'Molto da imparare '

Rosetta è arrivata alla Comet 67P il 6 agosto 2014. Dopo oltre due anni di orbita e osservazione del visitatore del sistema solare esterno, ha inviato il suo ultimo segnale a casa il 30 settembre 2016, in quanto ha provocato un crash controllato sulla cometa.

È qui che interviene MiARD. Tra il marzo 2016 e l'agosto 2018, il progetto ha cercato di combinare set di dati complementari del veicolo spaziale per creare e testare più modelli.

Il modello 3D è stato il primo passo. Secondo Sharp, il tempo prolungato ha consentito ai ricercatori del progetto presso l'istituto DLR di Berlino di dedicare ulteriore tempo alla ricerca dei dati Rosetta per creare un modello con precisione fino a pochi metri.

"Penso che la forma 3D globale sia ora definitiva", ha affermato Sharp.

La creazione di un modello così dettagliato è stata una sfida. Non tutti gli strumenti sulla navicella funzionavano contemporaneamente, e la stessa Rosetta non era sempre vicina al nucleo della cometa. Ciò ha reso importante selezionare solo le migliori osservazioni. Dopo aver combinato circa 10.000 immagini, i modelli più grandi pesano oltre 600 megabyte e contengono oltre 12 milioni di facce.

Con la mappa dettagliata in atto, il team ha studiato l'attività solare della cometa. Il calore del sole fa ghiacciare o appena sotto la superficie per saltare da solido a gas in un processo noto come sublimazione. La sublimazione influenza il degassamento della cometa, la produzione di polvere e il tasso di erosione.

E la polvere ha portato le sue sfide. Il team ha calcolato la velocità con cui la cometa ha sparso particelle di polvere più grandi, cosa che Thomas ha affermato che molti scienziati si aspettavano di dominare. Tuttavia, lo strumento GIADA di Rosetta poteva misurare solo quelle grandi particelle, rivelando pochissime informazioni sui pezzi più piccoli di polvere. "Questo ha dimostrato di essere una delle principali fonti di discussione e incertezza", ha detto Thomas.

Il nuovo modello ha inoltre aiutato il team a comprendere meglio i cambiamenti nel nucleo rotante del 67P. Mentre gas e polvere escono dalla cometa, spingono contro la superficie, cambiando sia la rotazione della cometa che la sua orbita. Il team MiARD ha utilizzato il suo modello per prevedere la posizione attuale di 67P oggi, e sono in attesa di misurazioni Doppler per confermarlo.

Thomas spera che i risultati raccolti dalla sua squadra non solo aiutino a migliorare la comprensione delle comete, ma contribuiranno anche a preparare la prossima missione a un intruso interiore del sistema solare.

"Una cosa che è davvero chiara è che Rosetta non è stata in grado di fornire alcune osservazioni", ha detto. Ha citato la mancanza di uno strumento mapper a infrarossi termici, che potrebbe mappare le variazioni di temperatura attraverso la cometa e studiare il calore emesso, come una di queste perdite. "Ma vediamo anche che altre misurazioni sono davvero vitali se devi modellare e capire i processi attivi sui nuclei cometari", ha detto.

I ricercatori MiARD stanno ora lavorando a un documento di ricerca su quali domande ha risposto Rosetta e su cosa non è riuscita a risolvere. Queste intuizioni potrebbero avere un impatto importante sulle missioni cometiche proposte.

"Personalmente non credo che una missione possa rispondere a tutto, ma spero che il lavoro fornirà slancio per una nuova missione", ha affermato Thomas. "Il nostro progetto ha dimostrato che abbiamo ancora molto da imparare."


Articoli Interessanti

I Cyber ​​Warriors non devono necessariamente essere soldati

I Cyber ​​Warriors non devono necessariamente essere soldati

Nel corso della storia, i guerrieri di tutte le culture hanno addestrato i loro corpi a sopportare le difficoltà fisiche e il combattimento, indipendentemente dal fatto che impugnassero spade e scudi o portassero armi e munizioni. Nel 21 ° secolo, paesi come la Cina e l'Estonia hanno reclutato una nuova generazione di guerrieri che combattono come parte delle milizie informatiche piuttosto che come personale militare ufficiale in uniforme.

Mon Dieu!  Ricercatori francesi identificano il misterioso Oyster Killer

Mon Dieu! Ricercatori francesi identificano il misterioso Oyster Killer

L'industria delle ostriche francesi è stata devastata dal brusco decesso delle ostriche giovanili; quest'estate i produttori di ostriche hanno osservato con sgomento che il 40 e il 100 per cento delle loro giovani ostriche sono stati spazzati via. Ora i ricercatori dicono di aver trovato la causa della misteriosa peronospora: le ostriche sono state infettate da un virus dell'herpes per il quale non esiste una cura conosciuta.

Dai una sbirciatina colorata al cervello di una mosca di frutta

Dai una sbirciatina colorata al cervello di una mosca di frutta

Gli scienziati stanno inventando i mezzi più intelligenti e intelligenti per vedere all'interno del cervello e creando alcune immagini sorprendenti lungo la strada. Queste immagini psichedeliche provengono da uno dei due studi della rivista Nature Methods, che presentano modi simili ma leggermente diversi di colorare le connessioni tra i neuroni di una mosca della frutta.

Potresti pensarci due volte prima di acquistare quelle costose cuffie.

Potresti pensarci due volte prima di acquistare quelle costose cuffie.

Un paio di cuffie costose possono facilmente arrivare a centinaia di dollari. Ma quel prezzo ti sta effettivamente acquistando un'esperienza di ascolto migliore? Secondo questo studio, la risposta è no: il prezzo delle cuffie non è correlato con la risposta in frequenza, che è un fattore importante che influenza la qualità audio percepita. Ma

La nuova sequenza del genoma del grano potrebbe sbloccare i raccolti più duri

La nuova sequenza del genoma del grano potrebbe sbloccare i raccolti più duri

Il grano è uno dei cereali più coltivati ​​al mondo. Circa il 20 per cento del cibo che gli esseri umani mangiano ha il pane ( Triticum aestivum ). Mentre la popolazione mondiale cresce, i ricercatori e gli allevatori di grano stanno studiando come ottenere ancora di più dai cereali. E alcune stime dicono che la produzione di grano nel pane deve aumentare di più della metà nei prossimi decenni per sfamare tutti. Per rag