• Friday July 19,2019

Recensioni

Anonim


A sinistra: nella Francia del XIX secolo, gli operai schiacciavano castagne con legno a punte di ferro e zoccoli di cuoio. A destra: i sabbatoni d'acciaio completavano l'armatura di vestiario dei nobili tedeschi del XV secolo.
Fotografie per gentile concessione del Bata Shoe Museum
Troverai le calzature del famoso al Bata Shoe Museum di Toronto, tra cui uno degli stivali Beatle di John Lennon, un paio di mocassini in vernice blu di Elvis Presley e un paio di abiti di Marilyn Monroe. tacchi in pelle rossa. Troverai anche una serie estremamente diversificata di zoccoli, stivali, scarpe da ginnastica, pantofole e sandali indossati da persone provenienti da diversi stili di vita, tra cui cacciatori e pastori, sommozzatori e pattinatori, aristocratici e astronauti dell'Apollo. Nelle gallerie Bata (www.batashoemuseum.ca), le calzature sono celebrate come una meraviglia sia di ingegneria che di antropologia. "Le scarpe sono un artefatto personale ", dice Sonja Bata, moglie del magnate della produzione calzaturiera ceca Thomas Bata, che ha fondato il museo nel 1979. "Ti raccontano stato sociale, abitudini, cultura del proprietario e religione. Questo è ciò che li rende speciali. "

Le strisce e la colorazione rossa su questi stivali in feltro e pelle del Tibet del XIX secolo indicano che erano indossati da un alto ufficiale.
Fotografia per gentile concessione di Bata Shoe Museum
Lo scopo principale delle calzature, ovviamente, è fornire protezione contro gli elementi. Le pitture rupestri dell'era glaciale dei Pirenei mostrano i primi esseri umani che avvolgono i loro piedi con le pelli, presumibilmente per scongiurare il congelamento. Ma nel corso degli anni le scarpe sono state anche utilizzate per usi più specializzati. Durante il XIX secolo, gli operai francesi indossarono stivali dotati di grappoli di punte di ferro increspate da 3 pollici per schiacciare le castagne; i punti acuminati rilasciavano acido tannico dalle noci, che veniva poi usato per abbronzare le pelli degli animali. Gli agricoltori, nel frattempo, usavano scarpe fornite di bretelle di cuoio e metallo, che allacciavano chi li portava ai tronchi degli alberi e liberavano le mani per i rami da potare. Durante la seconda guerra mondiale, i contrabbandieri olandesi indossavano degli zoccoli che avevano una marcatura del tallone scolpita nell'avancorpo della suola; le orme suggerivano che chi lo portava si muoveva nella direzione opposta. Allo stesso modo, alcuni stivali indossati dai soldati americani in Vietnam erano progettati per l'inganno; le suole lasciavano l'impronta dei sandali nativi andando dall'altra parte.

Nella Siria del XIX secolo, le donne benestanti indossavano sandali alti nei bagni pubblici.
Fotografia per gentile concessione di Bata Shoe Museum
Attraverso gran parte della storia, le scarpe hanno servito come potenti emblemi sociali e politici. In Cina, le ragazze benestanti avevano i piedi legati dolorosamente per adattarsi a piccole scarpe ricamate delicatamente, alcune non più lunghe di 3 pollici. Un editto emanato nel 1363 dall'Inghilterra III d'Inghilterra proibì ai cittadini comuni di indossare scarpe con dita allungate, e i nobili erano limitati a dita dei piedi che non si estendevano per più di 24 pollici. I tacchi alti divennero popolari tra le classi superiori dell'Inghilterra nel XVI secolo durante il regno della regina Elisabetta I, che presumibilmente pensava che un'altezza di qualche centimetro avrebbe conferito al suo piccolo telaio una posizione più regale. Lo stile ha dato origine al termine benestante. Un'altra parola che deriva dalle scarpe: il sabotaggio. Durante la Rivoluzione francese, contadini arrabbiati hanno rovinato i mulini di proprietà delle classi dominanti gettando le loro scarpe di legno, chiamate sabot, nel macchinario.
Il Museo Bata racconta anche le tecniche utilizzate per fabbricare le scarpe. Fino alla rivoluzione industriale, le scarpe erano fatte a mano da esperti calzolai; solo con l'invenzione di macchinari moderni come la macchina da cucire le scarpe potrebbero essere prodotte in serie. L'ascesa della produzione di massa ha portato all'adozione permanente di scarpe modellate specificamente per i piedi destro e sinistro; prima di allora le scarpe potevano essere indossate su entrambi i piedi.
Per una mostra recente al museo, i designer hanno immaginato le calzature del futuro. Tra le idee allettanti: una scarpa con un mouse per computer incorporato nella suola che consentirebbe a chi lo indossa di navigare non sulla Terra ma su Internet.
Film
L'avventura antartica di Shackleton
Diretto da George Butler. Prodotto da White Mountain Films e NOVA / WGBH
Lost Worlds: Life in the Balance
Diretto da Bayley Silleck. Prodotto da Primesco.
Cercare di piegare la natura ai desideri umani può essere un compito grandioso, dato che due nuovi film IMAX illustrano generosamente. La natura raramente cede senza combattere.
Nel 1914, l'avventuriero britannico Sir Ernest Shackleton mirò a attraversare l'Antartide a piedi, ma i mari gelati intrappolarono la sua nave, Endurance, prima che lui e il suo equipaggio di 27 uomini avessero anche la possibilità di scattare a terra. Quando lo spostamento del ghiaccio cominciò lentamente a schiacciare la nave, gli uomini dovettero improvvisare modi sempre più pieni di risorse per rimanere vivi. Alla fine abbandonarono la nave in scialuppe di salvataggio, ma finirono per abbandonare l'isola desolata di Elephant Island. Per ottenere aiuto, Shackleton e due compagni organizzarono una vela per una delle scialuppe di salvataggio e intrapresero un disperato viaggio attraverso mari tumultuosi verso una stazione di caccia alle balene a 800 miglia di distanza. Diciassette mesi dopo l'inizio del viaggio, Shackleton tornò con l'aiuto e salvò tutti i membri del suo equipaggio. Mescolando foto d'archivio e riprese riprese dal cameraman di Endurance con le credibili rievocazioni della spedizione condannata e le vaste vaste aldilà del proibitivo ghiaccio marino, l' Antarctic Adventure di Shackleton riesce ad essere allo stesso tempo stupenda e avvincente.
Lost Worlds racconta una storia meno straziante ma ugualmente sobria. La trama discontinua del film inizia e finisce a Tikal, un tempo il centro dell'impero Maya e ora una gigantesca rovina in Guatemala. La città ospitava circa 50.000 persone, ma fu abbandonata nel 1000 dC, probabilmente perché i suoi abitanti sovraccaricarono le risorse della foresta pluviale circostante. Con l'aiuto della computer grafica, i registi ricreano Tikal in tutta la sua gloria, rivelando templi scintillanti circondati da devastazione ecologica.
Lost Worlds è molto perspicace quando traccia paralleli tra Tikal e le città moderne come New York, i cui 8 milioni di abitanti richiedono enormi risorse naturali. In una sequenza sbalorditiva, la telecamera corre in un rubinetto della cucina di Manhattan, attraverso l'impianto idraulico, e fino alle montagne di Catskill, dove la mescolanza di pioggia, minerali, alberi e microbi purificanti produce una scorta di pura acqua potabile . Ma cosa succederà a New York se l'acqua finisse mai?
- Corey S. Powell
Libri
Il gene cooperativo:
Come il demone di Mendel spiega l'evoluzione degli esseri complessi
Mark Ridley
The Free Press, $ 26.
Se, come presumono gli scienziati, tutti i processi seguono il percorso più semplice, allora dovremmo aspettarci che l'evoluzione abbia favorito organismi semplici, unicellulari come i batteri. Allora, com'è che creature complesse e multicellulari come cigni, elefanti e biologi si sono evoluti per vagare sulla Terra? Ridley, uno zoologo dell'Università di Oxford, ha una risposta per questo indovinello di base: il demone di Mendel. In poche parole, l'evoluzione alla fine ha superato gli errori della biologia.
La vita unicellulare è apparsa circa 3, 5 miliardi di anni fa sulla Terra, "quasi istantaneamente, non appena è stato possibile", dice Ridley. Circa 3 miliardi di anni dopo, emerse la vita pluricellulare, come i vermi e gli anemoni. Ridley attribuisce l'enorme ritardo agli errori nella copia genetica. Per riprodursi con successo, un organismo deve ridurre al minimo il numero di errori commessi mentre copia i suoi geni e li trasmette alla prole. Troppi errori grossolani nel copiare questi frammenti di codice genetico e nell'ulteriore riproduzione, oltre all'evoluzione, si arrestano. L'evoluzione della riproduzione sessuale è stata la chiave per superare tali errori, dice Ridley. Concentrando gli errori di copiatura in alcuni discendenti e lasciando gli altri più o meno privi di errori, il sesso ha avuto molto successo nell'eliminare gli errori. Allo stesso tempo, tuttavia, la riproduzione sessuale ha creato un nuovo problema introducendo i cosiddetti geni egoistici che cercano di aumentare le loro possibilità di essere tramandati paralizzando altri geni.
Ridley teorizza che alla vita complessa è stata data l'opportunità di evolversi sviluppando meccanismi biologici che neutralizzano i geni egoistici aumentando la casualità con cui i geni vengono ereditati. Ridley chiama questi meccanismi demoni di Mendel, dopo Gregor Mendel, il monaco austriaco che per primo ha riconosciuto la natura casuale dell'eredità. Secondo Ridley, il demone di Mendel non solo ha impedito ai geni egoisti di sabotare semplicemente la loro strada verso i discendenti, ma ha anche dato loro un incentivo a cooperare con altri geni, assicurando così l'evoluzione della vita complessa. E c'è molto probabilmente altro in arrivo, suggerisce. Facciamo ancora circa 100 errori di riproduzione genica per discendenza, ma la terapia genica e altre nuove tecniche offrono la possibilità di tagliare gli errori con forza. La biotecnologia, dice Ridley, può rivelarsi un potente pungolo evolutivo come il demone di Mendel.
- Eric Powell
L'invenzione delle nuvole:
Come un meteorologo dilettante ha forgiato la lingua dei cieli
Richard Hamblyn
Farrar, Straus e Giroux, $ 24.
Gli scienziati del diciottesimo secolo avevano uno zelo per una classificazione ordinata di ogni aspetto del mondo naturale. Animali, piante, minerali: tutto si è svolto senza troppi problemi. Ma uno degli elementi più meravigliosi della natura sfidava la semplice sistematizzazione: le nuvole. "Si spostano, non nella continuità, ma in altri stati temporali dell'essere, che alla fine si decompongono, per fondersi nell'aria circostante ", scrive Hamblyn.
I filosofi naturali hanno cercato di categorizzare le creazioni ariose, credendo che "se le nuvole potessero essere spiegate in modo razionale e convincente ... allora potrebbe fare qualsiasi altra cosa in natura, perché rappresentavano la manifestazione più estrema dell'inaccettabile." Robert Hooke ha prodotto un il vocabolario del cloud che includeva aggettivi come pelosi e ondulati, e Jean-Baptiste Lamarck creava categorie come pommelés (nuvole screziate ) e en balayeurs (nuvole simili a scope). Ma i nomi non sono rimasti incollati.
Poi, una sera del dicembre 1802, Luke Howard, un chimico londinese di 30 anni, reticente, tenne una conferenza dal titolo "Sulle modifiche delle nuvole." Sosteneva che ci sono solo tre tipi fondamentali di nuvole e li chiamò con parole latine descrittive: cirro (che significa fibra o pelo), cumulo (mucchio o pila) e strato (strato o foglio). Howard ha teorizzato che le goccioline d'acqua si condensano in una delle forme primarie a seconda dell'umidità, della temperatura e della pressione atmosferica, e che, al mutare delle condizioni, anche le forme delle nuvole.
La pubblicazione del saggio di Howard stabilì la nuova nomenclatura nel mondo scientifico e rese Howard una figura venerata tra i poeti e gli artisti che videro nella nuova tassonomia una trasfigurazione del rapporto dell'uomo con la natura aerea. Lo scrittore e scienziato tedesco Johann von Goethe è stato persino ispirato a scrivere un poema rapsodico su nuvole intitolato "In Honor of Howard." "Tra le sue linee: " Mentre le nuvole salgono, sono piegate, sparse, cadono, / Lascia che il mondo pensi di te che ha insegnato tutto. "
- Tim Stoddard
giocattoli
Questa è una versione estesa, esclusiva del sito Web Scopri, dell'articolo che compare in Discover Magazine.

Il teschio di Terminator può spiarti e consegnare messaggi con una strana voce robotica.
Fotografia per gentile concessione di UIT
Ti terrò d'occhio
Sfrutta la tecnologia dei giocattoli intelligenti per la potenza di Internet e cosa ottieni? Un'effigie desktop in grado di rispondere ai comandi emessi da un burattinaio nel cyberspazio. La nuova testina metallica scheletrica di United Internet Technologies, modellata sul robot nei film Terminator, si collega a un computer tramite una porta seriale. Accedendo al sito Web della società (www.uitlive.com) oa qualsiasi chat room dotata del software Intelligent Control Interactive Technology (IC-IT), chiunque giochi con un "T2 endoscheletro " può cedere il controllo operativo a un amico online.
Occhi rossi brillanti nelle videocamere giocattolo a forma di teschio che trasmettono un'immagine del cast dei dintorni al burattinaio remoto. Usando un mouse o un joystick, il controller remoto può spingere il teschio a fissare qualcuno e seguire i suoi movimenti intorno a una stanza. Il burattinaio può anche digitare messaggi su una tastiera che vengono filtrati attraverso il software di conversione del testo più avanzato e consegnati dal teschio Terminator con una misteriosa voce ritagliata. Qualsiasi dispositivo accessibile dalla rete può controllarlo, in modo che la testa possa improvvisamente emettere un messaggio inviato da un telefono cellulare o da un computer palmare. A ottobre, il teschio costerà $ 50 a $ 100, a seconda delle sue dimensioni e della qualità delle telecamere nei suoi occhi.
Unendo l'endoscheletro ci sono personaggi dei cartoni animati (circa $ 20), che non hanno le fotocamere ma hanno il vantaggio di essere corposi in modo che possano sedersi sul monitor, in modo che possano connettersi al computer otticamente. Il software installato nel computer crea un punto luminoso sullo schermo che può essere spostato in qualsiasi posizione. Un sensore nel giocattolo è posizionato direttamente sopra il punto. I dati per la voce e il movimento vengono convertiti in lampi di luce, che vengono alimentati al giocattolo dal punto. "Ad esempio, se la bocca ha quattro o cinque posizioni, dà un numero relativo da dove si trovava la bocca a dove dovrebbe essere ora", dice Andy Rifkin, responsabile della tecnologia di United Internet Technologies a Los Angeles. "Possiamo avere quattro punti allo stesso tempo, ognuno dei quali trasmette informazioni diverse a un altro personaggio. "
I giocattoli arriveranno con alcuni giochi semplici, ma Rifkin dice che usciranno con avventure complesse in circa un anno, dove questi driver backseat desktop possono essere consiglieri o avversari - dicendo ai giocatori umani dove andare, o prendendo in giro i loro punteggi . Potrebbero anche interagire presto con programmi TV, video, CD-ROM educativi o addirittura aiutare con la pronuncia francese. "Lavoriamo con una società di kit robotici per dare vita ai loro kit ", dice Rifkin. "Consente a qualsiasi prodotto di comunicare e funziona in qualsiasi ambiente di rete. "
- Fenella Saunders
Ci piace anche ...
Primo frutto:
La creazione del pomodoro Flavr Savr ™ e la nascita del cibo Biotech
Belinda Martineau
McGraw-Hill, $ 24, 95.
Un biologo racconta i suoi sette anni di lavoro manipolando i geni del pomodoro che culminarono nella creazione del primo cibo bioingegnerizzato del mondo, e di come passò dall'essere un appassionato di cibi geneticamente modificati a uno scettico diffidente.
Wild Solutions: come la Biodiversità è denaro in banca
Andre Beattie e Paul Ehrlich
Yale University Press, $ 25, 95.
I fantasmi dell'evoluzione:
Frutta assurda, partner mancanti e altri anacronismi ecologici
Connie Barlow
Libri di base, $ 26.
Gli ecologi Beattie ed Ehrlich sono un caso persuasivo per cui milioni di specie fanno di tutto, dall'offrire nuovi farmaci per mantenere l'aria pulita, la biodiversità si traduce in ricchezza reale, concreta, di cui tutti possiamo godere. Barlow, uno scrittore scientifico, esamina le vedove dell'evoluzione: i Mastodonti, ad esempio, si estinsero da un pezzo, ma le foreste centroamericane continuano a produrre frutta da mangiare.
Correre l'antilope:
Ciò che gli animali possono insegnarci riguardo alla corsa e alla vita
Bernd Heinrich
Harper Collins, $ 23.
Un biologo e corridore di lunga distanza, Heinrich esplora l'atletismo eccezionale di rane, cammelli e warblers migranti. Attenzione: anche le scimmie bipedi più veloci impallidiscono al confronto.
Sciamanesimo
Piers Vitebsky
University of Oklahoma Press, $ 12, 95.
Un antropologo documenta il mondo degli sciamani dalla Corea del Sud al Sud America, con splendide fotografie a colori di rituali di guarigione e accessori cerimoniali esotici.
Il sogno di Mendeleyev: The Quest for the Elements
Paul Strathern
St. Martin's Press, $ 23, 95.
Questa avvincente storia della chimica, che si legge come un romanzo elegantemente elaborato, dipende da un fatale pisolino pomeridiano del 1869, quando lo scienziato russo Dmitri Mendeleyev sognò per la prima volta la tavola periodica degli elementi.
Grandi sentimenti in medicina
Hal Hellman
John Wiley & Sons, $ 24, 95.
Uno scrittore di scienze mette in luce 10 delle peggiori rivalità nella storia medica, dalla battaglia del XVII secolo tra i medici William Harvey e Jean Riolan sul sangue che circola in tutto il corpo fino alla faida del 20 ° secolo tra i ricercatori Luc Montagnier e Robert Gallo su chi prima isolato il virus dell'AIDS.
Stella più vicina: The Surprising Science of Our Sun
Leon Golub e Jay M. Pasachoff
Harvard University Press, $ 29, 95.
Due astronomi mostrano l'incredibile gamma di dati che gli scienziati hanno ricavato dall'osservazione del sole con l'ultima generazione di satelliti solari che scrutano nel cuore di una fornace cosmica che emette "380 miliardi di miliardi di " megawatt di energia al secondo.
Davanti alla curva: la vita nella scienza di David Baltimore
Shane Crotty
University of California Press, $ 29, 95.
Un microbiologo esamina la vita e il lavoro di David Baltimore, un ricercatore dell'AIDS vincitore di un premio Nobel, la cui brillante carriera è stata quasi deragliata da uno scandalo sulle accuse che uno dei ricercatori da lui supervisionati aveva falsificato i dati.
- Eric Powell


Il Museo delle calzature Bata si trova a 327 Bloor Street West, Toronto, Ontario, Canada M5S 1W7. Telefono: 416-979-7799; vedi anche il suo sito Web: www.batashoemuseum.ca.
Per ulteriori informazioni sul film Antarctic Adventure di Shackleton, incluso un elenco di sale in cui verrà riprodotto, andare su main.wgbh.org/imax/shackleton/sirernest.html.
Per informazioni sulla tecnologia alla base della testata Terminator, visitare www.icit.com.
L'UIT ha in cantiere altri personaggi che useranno la tecnologia ottica per ottenere comandi da un computer. Per ulteriori informazioni, consultare www2.uitlive.com/ investor / pr / wbwb041701.html.


Articoli Interessanti

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Di: Julia Travers Gli scienziati hanno bisogno del tuo aiuto per scoprire cosa mangiano le formiche nel tuo quartiere. Vuoi chiedere ad una formica di unirti a te per pranzo? Un team di ricercatori della North Carolina State University di Raleigh invita gli scienziati cittadini di tutto il mondo a capovolgere il concetto di picnic: vogliono * noi * nutrire le formiche

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Domenica al New York 's Javits Center, centinaia di ragazzi si sono riuniti per competere nelle finali delle PRINCIPALI regioni del concorso di robotica. I vincitori andranno al Concorso Nazionale di Atlanta - per il resto, questa competizione è stata la fine della catena di montaggio. In pista, la competizione era agguerrita e gli studenti si guardavano l'un l'altro con cautela.

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Questo è un blog di cultura scientifica e pop in cui cerco di liberare il geek. Ho avuto una conferenza stampa di Superman, un seminario oncologico con gli Zerg e persino una tragedia con Firefly . Mi hai sempre dimostrato che i tuoi fantastici lettori mi hanno dimostrato che, indipendentemente da quanto vorremmo diventare nerd, qualcuno ci amerà per questo.

Attenzione ai piccoli studi positivi

Attenzione ai piccoli studi positivi

Una lettera nel prestigioso American Journal of Psychiatry offre una risposta scettica a un documento pubblicato di recente. L'articolo originale sosteneva incredibili benefici di una tecnica di stimolazione cerebrale sicura ed economica nel trattamento della schizofrenia. Ma gli scrittori di lettere olandesi Sommer e altri non sono convinti

Luci del cielo

Luci del cielo

Nonostante la bellezza superficiale di pianeti e stelle, ciò che sta al di sotto sta sempre più catturando l'attenzione degli astronomi. Gli interni dei corpi celesti, gli scienziati ora comprendono, possono essere cruciali per comprendere le prospettive di vita altrove nell'universo. Parte del nuovo pensiero deriva da un migliore apprezzamento di come gli esseri viventi dipendono da ciò che è dentro il nostro pianeta. La