• Friday July 19,2019

Il DNA di Neanderthal può ancora influenzare la nostra salute e le nostre abitudini

Anonim

Se sei di discendenza eurasiatica, circa il 3% del tuo DNA probabilmente proviene da uomini di Neanderthal, e una nuova ricerca suggerisce che potrebbe avere un piccolo effetto sulla tua salute.

Circa 50.000 anni fa, quando gli antenati del moderno popolo eurasiatico migrarono a nord ea est fuori dall'Africa, incontrarono altri ominidi - membri di specie diverse, ma strettamente imparentate. I ricercatori ritengono che i Neanderthal siano morti in gran parte grazie agli umani, attraverso una combinazione di violenza e competizione per le risorse.

Non era tuttavia discordia e conflitto. Le due specie riuscirono a incrociarsi, e oggi i genetisti stimano che tra l'1 e il 4% del DNA delle persone moderne discese da Eurasian provenivano originariamente dai Neanderthal. I ricercatori ritengono che la piccola percentuale di DNA di Neanderthal che portiamo ancora giochi un ruolo piccolo, ma riconoscibile, in vari aspetti del nostro benessere, dalla depressione alla dipendenza da nicotina.

Un lascito genetico

"Quando abbiamo iniziato questo studio, ci aspettavamo che se avessimo trovato qualcosa, probabilmente avremmo visto un'influenza del DNA di Neanderthal sui sistemi corporei coinvolti nelle interazioni con l'ambiente", ha detto il genetista evoluzionista Tony Capra durante una conferenza stampa Giovedì all'AAAS Annual Meeting 2016 a Washington DC

Gli esseri umani che migrano verso l'Europa e l'Asia centrale avrebbero incontrato molto diverso clima, fauna selvatica, piante e agenti patogeni di quelli che si erano adattati in Africa orientale. I Neanderthal, d'altra parte, avevano avuto centinaia di migliaia di anni per adattarsi al paesaggio eurasiatico.

"Pertanto, è stato ipotizzato che, quando gli umani si sono trasferiti in ambienti non africani, ottenere un DNA di Neanderthal più adatto al loro nuovo ambiente avrebbe potuto essere molto utile", afferma Capra. "In altre parole, passare una notte o due con un uomo di Neanderthal era un prezzo relativamente basso da pagare per ottenere migliaia di anni di adattamenti".

A quanto pare, il DNA di Neanderthal influenza i geni relativi alla pelle e alla risposta immunitaria, due cose che i ricercatori dicono che sarebbero state molto importanti in un nuovo ambiente.

Fare la connessione

In studi precedenti, altri ricercatori avevano notato che alcune aree dei genomi delle moderne discendenti di origine eurasiatica contenevano molto più DNA di Neanderthal rispetto ad altre aree, quindi hanno predetto che se i geni di Neanderthal avessero un effetto sulla salute, sarebbero correlati a quelle aree del genoma, che comprendeva la pelle, la risposta immunitaria e il cervello.

La dottoressa e autrice principale Corinne Simonti e i suoi colleghi hanno cercato malattie in un database di 28.000 cartelle cliniche anonimi di sette ospedali statunitensi. Poiché hanno avuto campioni di DNA da questi pazienti e una mappa dettagliata di dove il DNA di Neanderthal si presenta nei moderni genomi eurasiatici, i ricercatori potrebbero individuare le associazioni tra il rischio di malattia e alcune varianti del DNA di Neanderthal. Hanno pubblicato le loro scoperte giovedì sulla rivista Science .

Adattamenti per la luce del sole

I genomi delle persone discendenti dall'Eurasia tendono ad avere un gran numero di alleli di Neanderthal vicino a geni coinvolti nella formazione di cellule chiamate cheratinociti. Queste cellule aiutano a proteggere la pelle dai danni ambientali dannosi causati da funghi, parassiti, batteri e radiazioni ultraviolette. Svolgono anche un ruolo nel sistema immunitario e nella guarigione delle ferite.

Simonti ei suoi colleghi pensano che i geni di Neanderthal possano aver dato ai primi esseri umani un vantaggio nell'adattarsi alle differenze di luce solare in Europa e Asia centrale, e possibilmente nell'affrontare i nuovi agenti patogeni che hanno incontrato. I pazienti che presentavano alcune varianti genetiche di Neanderthal avevano più probabilità di presentare lesioni cutanee squamose e precancerose chiamate cheratinosi attiniche, causate da anomalie nelle cellule della pelle che producono la proteina presente nelle unghie e nei capelli.

Cervello di Neanderthal?

I ricercatori sono stati più sorpresi di scoprire che anche i geni di Neanderthal sembravano influenzare la salute mentale. Ad esempio, il DNA di Neanderthal nel genoma umano è più probabile che si manifesti vicino a geni legati alla depressione a lungo termine. Alcune varianti dei geni di Neanderthal possono aumentare il rischio di depressione negli esseri umani moderni, mentre altre varianti ne proteggono. Nel complesso, il DNA di Neanderthal rappresentava solo il 2% della variazione nel rischio di depressione dei pazienti del database.

La depressione è una malattia complessa, e Simonti ei suoi colleghi non sono sicuri del modo in cui i geni di Neanderthal influenzano il suo rischio, o di quali vantaggi potrebbero aver dato quei primi geni agli umani, ma pensano che possa avere qualcosa a che fare con la luce del sole.

"Il rischio di depressione nelle moderne popolazioni umane è influenzato dall'esposizione alla luce solare, che differisce tra le alte e basse latitudini", hanno scritto i ricercatori nel loro articolo, aggiungendo che hanno trovato il DNA di Neanderthal vicino ai geni dell'orologio circadiano che contribuiscono maggiormente a tale connessione.

Link alla nicotina

Un'altra variante del gene di Neanderthal sembra essere legata alla dipendenza da nicotina, che è ancora un puzzle per i ricercatori. "Il tabacco è una pianta del Nuovo Mondo; non stavano andando in giro a fumare sigarette al di fuori delle loro caverne ", dice Capra. Ha ipotizzato che il gene potrebbe essere collegato ad altri comportamenti di dipendenza o ripetitivi, ma i ricercatori non sono ancora sicuri.

Un enigma più grande è il motivo per cui il genoma umano ha resistito a così tanti geni di Neanderthal associati a condizioni psichiatriche e neurologiche. Simonti ei suoi colleghi suggeriscono che lo scambio di materiale avrebbe potuto avere un'influenza sul cervello degli umani moderni, ma non è chiaro quali vantaggi adattivi avrebbe potuto fornire.

Non tutti male

Il DNA di Neanderthal è solo uno dei molti fattori che interagiscono in modi complicati per modellare la tua salute generale, e questo studio si concentra sull'1% -4% di quella immagine. Inoltre, Simonti e i suoi colleghi dicono che i loro risultati non significano che il DNA di Neanderthal è una cosa negativa. Il loro studio è stato solo in grado di esaminare il suo legame con il rischio di malattia, che rende più facile individuare gli effetti negativi rispetto a quelli positivi o neutri.

"Certo, non possiamo arrivare, sai, che i Neandertaliani abbiano un impatto se lentiggine o qualcuno di quei tipi di tratti che non sono correlati alla malattia", ha detto Simonti. "È un po 'più difficile trovare effetti protettivi negli studi genetici come questi, ma direi solo perché una variante di Neanderthal influisce negativamente o aumenta il rischio per una malattia oggi non significa che non sia protettivo in alcuni in altro modo, e potrebbero esserci anche alcuni effetti protettivi che non siamo stati in grado di rilevare ".


Articoli Interessanti

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Picnic Redux: gli scienziati cittadini invitano le formiche a pranzo

Di: Julia Travers Gli scienziati hanno bisogno del tuo aiuto per scoprire cosa mangiano le formiche nel tuo quartiere. Vuoi chiedere ad una formica di unirti a te per pranzo? Un team di ricercatori della North Carolina State University di Raleigh invita gli scienziati cittadini di tutto il mondo a capovolgere il concetto di picnic: vogliono * noi * nutrire le formiche

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Vivi dal PRIMO Concorso regionale: alcuni vanno ad Atlanta, alcuni vanno a casa

Domenica al New York 's Javits Center, centinaia di ragazzi si sono riuniti per competere nelle finali delle PRINCIPALI regioni del concorso di robotica. I vincitori andranno al Concorso Nazionale di Atlanta - per il resto, questa competizione è stata la fine della catena di montaggio. In pista, la competizione era agguerrita e gli studenti si guardavano l'un l'altro con cautela.

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Dai un nome a questo blog, vinci roba scientifica!

Questo è un blog di cultura scientifica e pop in cui cerco di liberare il geek. Ho avuto una conferenza stampa di Superman, un seminario oncologico con gli Zerg e persino una tragedia con Firefly . Mi hai sempre dimostrato che i tuoi fantastici lettori mi hanno dimostrato che, indipendentemente da quanto vorremmo diventare nerd, qualcuno ci amerà per questo.

Attenzione ai piccoli studi positivi

Attenzione ai piccoli studi positivi

Una lettera nel prestigioso American Journal of Psychiatry offre una risposta scettica a un documento pubblicato di recente. L'articolo originale sosteneva incredibili benefici di una tecnica di stimolazione cerebrale sicura ed economica nel trattamento della schizofrenia. Ma gli scrittori di lettere olandesi Sommer e altri non sono convinti

Luci del cielo

Luci del cielo

Nonostante la bellezza superficiale di pianeti e stelle, ciò che sta al di sotto sta sempre più catturando l'attenzione degli astronomi. Gli interni dei corpi celesti, gli scienziati ora comprendono, possono essere cruciali per comprendere le prospettive di vita altrove nell'universo. Parte del nuovo pensiero deriva da un migliore apprezzamento di come gli esseri viventi dipendono da ciò che è dentro il nostro pianeta. La