• Monday May 20,2019

NCBI ROFL: Rilevazione e gestione della ricerca di pornografia in un atlante di dermatologia clinica online.

Anonim

"BACKGROUND: L'uso crescente di un archivio online educativo di materiali per casi di dermatologia fotografica (DermAtlas) indicava comportamenti e abusi inaspettati di pornografia.

OBIETTIVO: abbiamo cercato di valutare la portata dell'abuso dell'archivio.

METODI: i modelli di utilizzo / richiesta web sono stati esaminati in un periodo di 6 mesi per le richieste di sito anatomico, diagnosi e gruppo di età più sito anatomico. Sono state esaminate le query a testo libero e i riferimenti da siti Web esterni.

RISULTATI: di 7800 immagini, il 5, 5% contiene siti genitali. Di tutte le richieste, l'11% riguardava siti anatomici (37% dei siti genitali); Il 62% è stato specificato per le diagnosi (12% dei siti genitali). Quando sono stati specificati il ​​gruppo di età e il sito anatomico, il rischio relativo di un bambino richiesto (rispetto all'età adulta) era 1, 48 (intervallo di confidenza al 95% 1, 44-1, 53). Di 10000 query di testo libero, il 12% ha recuperato immagini contenenti siti genitali. Di tutti i riferimenti, il 14, 3% ha avuto origine da siti Web non medici (pornografici / fetish).

LIMITAZIONI: le richieste sono mescolate con domande legittime.

CONCLUSIONE: gli archivi di dermatologia fotografica online sono vulnerabili agli abusi. Monitoraggio e intervento sono necessari per preservare la loro disponibilità e integrità ".

Foto: flickr / Johan.V.

Contenuto relativo:
Discoblog: NCBI ROFL: quanto è estroverso? Dedicare personalità agli indirizzi e-mail.
Discoblog: NCBI ROFL: scrivere email come parte del sonnambulismo dopo l'aumento di Zolpidem [Ambien].
Discoblog: NCBI ROFL: Salvia divinorum: il piatto del futuro (almeno secondo YouTube).

WTF è NCBI ROFL? Leggi le nostre FAQ!


Articoli Interessanti

Un ragazzo ha trovato una cura per il cancro usando le leccarde e gli hot dog?

Un ragazzo ha trovato una cura per il cancro usando le leccarde e gli hot dog?

John Kanzius, un ex uomo d'affari e tecnico radiofonico che non si è mai laureato, potrebbe aver scoperto un modo per uccidere le cellule tumorali in tutto il corpo senza interventi chirurgici, farmaci o effetti collaterali. A Kanzius è stata diagnosticata la leucemia terminale sei anni fa, e dopo 36 cicli di chemioterapia e incontri con bambini che hanno vissuto lo stesso, ha deciso di trovare una cura migliore.

Cass Sunstein è a capo dell'Ufficio affari informativi e regolatori

Cass Sunstein è a capo dell'Ufficio affari informativi e regolatori

Questa è la notizia dal Chicago Tribune . Mi interessa sapere se qualche ambientalista sarà scosso da questa scelta. Sunstein è uno studioso geniale, e continua l'intero "migliore e più luminoso" motivo dell'amministrazione Obama - così benvenuto dopo tanti anni di anti-intellettualismo di Bush. Ma

NCBI ROFL: Holy Correlation, Batman!

NCBI ROFL: Holy Correlation, Batman!

Auto-sperimentazione come fonte di nuove idee: dieci esempi di sonno, umore, salute e peso. [Nota dell'editore: questo articolo è dell'autore della dieta Shangri-La] "Poco si sa su come generare nuove idee scientifiche plausibili. Quindi è degno di nota il fatto che 12 anni di auto-sperimentazione portarono alla scoperta di numerosi rapporti causa-effetto sorprendenti e suggerirono una nuova teoria del controllo del peso, un tasso insolitamente alto di nuove idee.

Nuove specie di tapiro nano scoperte nella foresta pluviale amazzonica

Nuove specie di tapiro nano scoperte nella foresta pluviale amazzonica

Può sembrare difficile per un animale di 250 libbre eludere gli scienziati, ma una specie di tapiro è riuscita a fare proprio questo per centinaia di anni. Ora vengono finalmente portati alla luce i dettagli del nuovo tapiro in miniatura che vive nella foresta pluviale amazzonica. I tapiri sono sfuggenti, amichevoli e per lo più notturni. D

Non voglio crescere, sono un crostaceo parassita

Non voglio crescere, sono un crostaceo parassita

Per più di un secolo, i crostacei chiamati facetotectani sembravano vivere in una terra che non c'è mai stata: nessuno aveva mai visto un membro adulto della specie, fino ad ora. I giovani facetotectani, conosciuti dall'affascinante moniker "y-larvae", furono identificati per la prima volta nel 1899.